Tipo A

Storia

La Tipo A è la prima monoposto realizzata da Vittorio Jano sul telaio della 8c-2300. La vettura è destinata prevalentemente ai circuiti veloci, infatti vince la Coppa Acerbi nel 1932. La vettura è alimentata dal primo 12 cilindri Alfa, ottenuto affiancando due 6 cilindri della 6c-1750, era dotata di 2 cambi e 2 alberi di trasmissione. Ne furono costruiti 4 esemplari, oggi andati perduti. L'unica Tipo A esistente oggi è una replica esposta nel Museo Alfa Romeo.

Scheda tecnica

Modello Tipo A
Motore 12 cilindri (due 6 cilnindri longitudinali in parallelo), anteriore, in lega leggera
Cilindrata 3.504 cm3
Potenza max 230 cv @ 5.800 rpm
Trasmissione Posteriore, cambio 4 marce
Freni 4 a tamburo meccanici
Prestazioni 240 km/h

Foto

La replica di Tipo A presente al Museo Alfa Romeo di Arese
tipo_A

Curiosità

La particolarità dell'auto consisteva nel fatto che ogni motore agiva su un lato della vettura. Era possibile manovrare i due motori in modo separato, e un pilota tentò di migliorare le percorrenze in curva spegnendo uno dei motori, a seconda della direzione della curva. La strategia, che sembrava funzionare, venne vanificata da una rottura che portò al ritiro della vettura.

Creative Commons - Wiki: Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 License http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/