24 HP

La prima auto ad essere marchiata ALFA è la 24 HP. Quest'auto è anche la prima di una lunga serie di Alfa firmate da Giuseppe Merosi, aiutato nel suo lavoro da Antonio Santoni

Storia

La 24 HP entra in produzione nel 1910, ed è la prima auto del marchio a recare impresso il logo ALFA. Nello stabilimento lavorano 250 dipendenti, che crescono a 2.200 nel 1910. Vengono allestite varie carrozzerie, anche in versione torpedo, grazie alla collaborazione dell'atelier Castagna. Nel 1911 viene elaborata la 24HP Tipo Corsa, che correrà alla Targa Florio. Nel 1912 si ha un primo step di potenziamento, e poi nel 1914 un'ulteriore incremento di potenza, così che il nome viene cambiato in 20-30 HP. Nel primo dopoguerra, sulla base della 20-30 HP ES Sport vengono costruiti nuovi modelli, tra cui la 20-30 HP Corsa con cui Enzo Ferrari vince l'Aosta-Gran San Bernardo e il Mugello. La 20-30 HP ES è la prima auto a recare il marchio completo "Alfa Romeo", perché intanto, nel 1915, l'imprenditore napoletano Nicola Romeo ha preso le redini dell'azienda. Nel 1920 la prima crisi economica dl dopoguerra porta ad una riduzione dei dipendenti da 2.200 a 1.200. Nel 1922 la 20-30 HP cede il passo alla RL, sempre di Giuseppe Merosi

Scheda tecnica

Modello 24 HP 1910 24 HP 1912 24HP Tipo Corsa 20-30 HP 20-30 HP ES Sport
Motore 4 cilindri in linea longitudinale, anteriore
Cilindrata 4.084 cm3 4.250 cm3
Potenza max 42 cv @ 2.200 rpm 45cv @ 2.400 rpm 45 cv @ 2.400 rpm 49 cv 67 cv @ 2.600 rpm
Trasmissione Posteriore, cambio 4 marce + retro
Passo 3.200 mm 2.900 mm 3.200 mm 2.900 mm
Peso a vuoto 1000 kg circa le versioni torpedo, 870 kg le versioni Tipo Corsa
Prestazioni 100 Km/h 105 Km/h 110 Km/h 115 Km/h 120 Km/h
Esemplari prodotti 680 124
Prezzo indicativo 12.000 lire 30.000 lire 37.000 lire

Foto

24HP
img1403yb5.jpg
20-30 HP ES Sport
2030hpesxp9.jpg

Il Logo

Il logo dell'Anonima Lombarda Fabbrica Automobili, proprio come l'acronimo, ha un forte legame con il luogo in cui ha sede l'azienda. Impresse sulle calandre di tutte le Alfa prodotte dal 1910 in poi, si trovano due simboli appartenenti alla città di Milano. la croce rossa in campo bianco è il simbolo della Milano dell'età dei comuni, mentre il "biscione" appartiene alla casata viscontea e, se vogliamo, ha un significato più cruento. Il cosiddetto "biscione" è noto anche con il nome di "basilisco che mangia il moro", simbolo di potenza e eternità della stirpe. Entrambi i simboli possono essere legati in qualche modo alle crociate, ma ciò a poco a che vedere con Alfa Romeo. Il primo logo usato presenta già quasi tutti gli elementi caratteristici del logo attuale:

logo1zj0.png

Ai simboli già citati, sulla corona circolare blu vengono apposte le parole ALFA e MILANO, separate dai nodi sabaudi.
Successivamente, dal 1915, il logo viene modificato per includere il cognome dell'ing. Nicola Romeo che ha acquisito il gruppo

logo2jg8.png

nonostante i continui richiami alla città di Milano e la forte tradizione che lega questo marco storico alla città Lombarda, negli ultimi tempi molti degli edifici storici sono stati (o stanno per essere) smantellati.

Creative Commons - Wiki: Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 License http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/