1900

Uno dei modelli fondamentali della storia del marchio, che determina la trasformazione dell'Alfa Romeo in una vera e propria industria automobilistica.

Storia

La 1900 rappresenta una svolta epocale per l'Alfa: è infatti la prima vettura ad essere dotata di una scocca metallica autoportante, concetto innovativo per l'epoca; la maggior parte delle auto infatti, avevano telaio e carrozzeria separati, cosa che aveva reso più semplice il lavoro dei carrozzieri per la relizzazione di versioni speciali. Non solo: la 1900 è la prima Alfa Romeo ad essere costruita in serie interamente in una catena di montaggio, ed è anche la prima volante della Polizia di Stato (in particolare la 1900 TI Super). La 1900 è anche il primo nuovo modello proposto dall'Alfa dopo la seconda guerra mondiale: a causa delle pessime condizioni economiche, l'Alfa è costretta ad abbandonare momentaneamente il 6 cilindri, utilizzando un ponte rigido sul posteriore e utilizzando componenti non più costruiti in casa, ma comprati da aziende specializzate. L'innovativo telaio, unito al 4 cilindri bialbero in alluminio da 90 cv e alle sospensioni anteriori a quadrilatero, schema scelto appositamente dal progettista Giuseppe Busso, e posteriori con ponte rigido la rendono molto performante. Viene presentata alla stampa il 2 ottobre 1950 presso l'hotel Principe di Savoia di Milano, ed è subito accolta con grande entusiasmo. La produzione in serie inizia nel 1951 e registra una produzione di 1219 unita, che salgono a 3000 l'anno successivo, a fronte di un prezzo non proprio popolare di 2.310.000 lire. Lo stesso anno viene lanciata sul mercato anche una versione coupè, denominata Sprint, realizzata dalla carrozzeria Touring, basata sul pianale accorciato della 1900 e dotata di una versione da 100 cv del 4 cilindri.
Le presante richiesta degli appassionati, che volevano una vettura più competitiva da portare in pista,convincono l'allora presidente Orazio Satta Puliga a mettere in produzione una versione potenziata: le già ottime prestazioni della versione di serie vengono incrementate con la versione TI (o Turismo Internazionale, una sigla che segnerà le successive Alfa da competizione) presentata nel 1953. Le modifiche al motore portano la potenza a 100 cv, che insieme ai nuovi freni e all'adozione di speciali pneumatici radiali Michelin X, la rendono subito competitiva in pista.
Nel 1954, a seguito di alcune modifiche al motore, tutti i modelli assumono la definizione di Super. Alla fine dell'anno vengono introdotte alcune modifiche all'estetica, al fine di differenziarla maggiormente dalla precedente versione della 1900. Nel 1955 viene prodotta una versione 2 porte, denominata Primavera. La produzione della 1900 cessa nel 1959, e le subentrerà la 2000.
Nel corso della sua esistenza, la 1900 è stata realizzata in numerose versioni speciali, tra le quali la 1900 C 52, meglio conosciuta come Disco Volante e una versione fuoristrada, la AR 51 Matta, sullo stile delle jeep utilizzate dall'esercito americano. Scaglione disegnerà inoltre per la carrozzeria Bertone una serie di prototipi denominati B.A.T.. Sempre dall'atelier di Bertone, uscì il prototipo della 2000 sportiva, realizzata sulla base della 19000.
La 1900 fu anche la prima Volante della Polizia, per l'esattezza una 1900 TI Super, ribattezzata poi Pantera per via del colore nero e delle forme sinuose; nome che ancora oggi identifica le vetture veloci in dotazione alla Polizia.

Scheda tecnica

Modello 1900 1900 TI 1900 Sprint 1900 Super 1900 Super TI 1900 Super Sprint
Motore 4 cilindri in linea longitudinale, anteriore, testata in alluminio con camere emisferiche
Cilindrata 1.884 cm3 1.975 cm3
Potenza max 90 cv @ 5.200 rpm 100 cv @ 5.500 rpm 90 cv @ 5.200 rpm 115 cv @ 5.500 rpm
Distribuzione 2 valvole per cilindro, 2 alberi a camme in testa
Trasmissione Posteriore, cambio 4 marce + retro Posteriore, cambio a 5 marce + retro
Sospensioni Anteriori: a quadrilatero - Posteriori: ponte rigido
Passo 2.630 mm 2.500 mm 2.630 mm 2.500 mm
Peso a secco 1100 kg 1140 kg

Dati vendite

  • 1900 : 7.611
  • 1900 Super : 8.282
  • 1900 Sprint : 949
  • 1900 Super Sprint : 854
  • 1900 TI : 572
  • 1900 TI Super : 478
  • 1900 Primavera : 300
  • 1900 Lunga : 91
  • AR 51 Matta : 2.050
  • AR 52 Matta : 155

Foto

la 1900 esposta al museo di Arese
1900

Il Logo

Il logo cambia nuovamente: spariscono i nodi sabaudi per via della vittoria della vittoria della repubblica al referendum del 1946. Tornano inoltre ad essere realizzato in ottone smaltato, come prima della guerra.

logo
Creative Commons - Wiki: Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 License http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/